Adelchi (annotato): edizione integrale arricchita da una biografia dettagliata di Alessandro Manzoni e dal saggio “Dell'equivalenza manzoniana” (Immortalia Vol. 0) di Alessandro Manzoni

Adelchi (annotato): edizione integrale arricchita da una biografia dettagliata di Alessandro Manzoni  e dal saggio “Dell'equivalenza manzoniana” (Immortalia Vol. 0)

Titolo del libri: Adelchi (annotato): edizione integrale arricchita da una biografia dettagliata di Alessandro Manzoni e dal saggio “Dell'equivalenza manzoniana” (Immortalia Vol. 0)

Autore: Alessandro Manzoni


* You need to enable Javascript in order to proceed through the registration flow.

Alessandro Manzoni con Adelchi (annotato): edizione integrale arricchita da una biografia dettagliata di Alessandro Manzoni e dal saggio “Dell'equivalenza manzoniana” (Immortalia Vol. 0)

PUO' UNO SCRITTORE CAMBIARE PER SEMPRE LA LINGUA DI UNA NAZIONE?



... vale la pena di segnalare questa edizione perché corredata da una attenta biografia [...] e dall'interessante saggio 'Dell'Equivalenza Manzoniana' di Enrico Ferraris” (recensione da 5 stelle, Darkglobe, VINE VOICE, recensore #1 Amazon.it)


Questo ebook contiene la edizione integrale dell'Opera, il saggio inedito “Dell'equivalenza manzoniana” e la biografia dettagliata dell'autore


Alessandro Manzoni, autore de “I promessi sposi”, si cimentò anche nella stesura di due tragedie. Dopo “Il conte di Carmagnola”, pubblicò l’”Adelchi” in cui si narrano le gesta del principe longobardo eponimo durante l’invasione da parte di Carlo Magno. Gli Italiani, schiacciati dal giogo dei Longobardi e su sollecitazione del Papa, chiamarono in aiuto i Franchi. Il giovane Adelchi, pur consapevole della sconfitta e dell'insensatezza di quella guerra, combatté seguendo fedelmente gli ordini del padre e al termine della stessa risultò essere, grazie alla sua pietà, il personaggio di maggior valore morale.
L’intenzione principale dell'Autore era rappresentare la contrapposizione tra oppressori e oppressi, creando un parallelismo con la situazione degli Italiani a lui contemporanei.
Poco adatta a una rappresentazione teatrale, con quest’opera Alessandro Manzoni rivoluzionò definitivamente gli stilemi della tragedia in Italia.


ALESSANDRO MANZONI nacque a Milano nel 1785 da Don Pietro Manzoni e Giulia Beccaria, figlia di quel Cesare autore de “Dei delitti e delle pene”.
A trenta anni si riunì a Parigi con la madre appena rimasta sola a causa della morte del compagno Carlo Imbonati. Ivi sposò la prima moglie Enrichetta Blondel da cui ebbe dieci figli. All’età di trentacinque anni si convertì al cattolicesimo. Da quel momento la sua vita e la sua produzione artistica mutarono radicalmente.
Studioso e letterato, dedicò tutta la sua vita alla poesia e alla stesura de “I promessi sposi”, il romanzo romantico e risorgimentale per antonomasia, capolavoro assoluto dell’Ottocento, che ebbe un successo di pubblico e di vendite senza pari fino ai giorni nostri.
Morì ottuagenario nel 1873, acclamato come patriota e padre della lingua italiana moderna.



ENRICO FERRARIS, scrittore e saggista, studioso della lingua italiana, col saggio “Dell'equivalenza manzoniana” si avventura nell'analisi della produzione letteraria di Alessandro Manzoni per dimostrare, al di là di ogni dubbio, l'assoluta importanza del contributo dell'Autore alla realizzazione dell'Italia, degli Italiani e della Lingua Italiana.



Acquista subito questa edizione dell'ADELCHI per poter finalmente apprezzare un autore che a scuola ci hanno fatto odiare!

libri correlati